+39 0874 1862628 Mon-Fri 9-13/15-18 (GTM +1)        
Tour a piedi: escursione di 7 giorni in Molise, le antiche via della transumanza

Sulle tracce dei pastori molisani – le antiche via della transumanza

0
Prezzo
A partire da€875
Prezzo
A partire da€875
Form di Prenotazione
Contattaci
Nome completo*
Indirizzo email*
La tua richiesta*
21 Settembre 2019
Disponibile
Per favore riempi tutti i campi per passare al prossimo step.

Prenota

Salva nella lista dei desideri

Adding item to wishlist requires an account

224
7 giorni / 6 notti
Disponibile: Dal 21 al 27 settembre 2019
Campobasso
Castel del Giudice (IS)
Max Persone : 13

Ripercorrendo il Braccio tratturale “Cortile-Centocelle” e il Regio Tratturo “Celano-Foggia”, sulle orme della vita errante del pastore molisano, ammirando le testimonianze architettoniche della civiltà transumante e i borghi e le città molisane.

Perché scegliere questo percorso:

Itinerario storico-culturale

Le antiche vie delle pecore e della lana: il Braccio tratturale “Cortile-Centocelle” e il Regio Tratturo “Celano-Foggia”

La vita rurale e gli ambienti selvaggi

Le vie verdi di questo viaggio sono maestose, nette e decise. L’itinerario rappresenta anche un’opportunità di immergersi in alcuni degli ambienti di pregio del Molise: le riserve UNESCO di Collemeluccio e di Montedimezzo.

I fantastici centri storici

Pittoreschi e accoglienti ,immersi in contesti paesaggistici notevoli, arricchiscono il viaggio con i loro castelli, palazzi, chiese, fontane..

I siti archeologici

Disseminati lungo il cammino: dagli ambienti rupestri delle morge di Pietra Martino e di Pietravalle al tempio-teatro ellenistico-sannitico di Pietrabbondante, per finire al monastero di Sant’Angelo in Altissimo.

Il delizioso cibo e le ottime bevande

Prodotti tipici e piatti tradizionali, spesso fatti a mano e all’antica maniera, allietano le serate dei camminatori. Si gustano formaggi come il caciocavallo, il pecorino, la burrata, la manteca e altri; salumi come la soppressata, la ventricina, il capicollo, la ventresca arrotolata, ecc.; i tartufi bianchi e neri. Si possono bere il vino bianco Moscato e il vino rosso Tintilia.

Il folklore e la musica locale

Nei momenti di riposo, si può assistere a spettacoli di folklore e musica tradizionale tipici della cultura contadina e pastorale del Molise

Livello di difficoltà: Medio (su cinque categorie: facile, media-facile, media, media-difficile, difficile): viaggio di 4/5 ore al dì, escluse le soste (all’incirca di 2 ore e mezza), per una lunghezza complessiva di 85.7 km (da fare in cinque giorni)

Durata: 5 giorni di cammino per 4/5 ore al dì, 6 notti, 7 giorni comprensivi dei trasporti a/r.

Lunghezza del viaggio: 85.7 km

Dislivello totale in salita: +3117 metri

Dislivello totale in discesa: -2643 metri

Giorno 1: Campobasso

Arrivo a Campobasso e aperitivo di benvenuto. Sistemazione nelle camere e spiegazione del viaggio. Cena e visita serale del centro storico. Cena in ristorante. Pernottamento in B&b.

Giorno 2: Dalla Taverna del Cortile (Ripalimosani) alla Villa di Centocelle (Sant’Elia Pianisi)

Dalla Taverna del Cortile si segue ciò che resta del Braccio tratturale Cortile-Centocelle, per immergersi nel silenzio della campagna molisana. Si costeggia il paesino medievale di Matrice, si visita la Chiesa romanica di Santa Maria della Strada e si sale al valico di Campolieto. Si cammina ancora in direzione del colle di Femmina Morta (898 metri s.l.m.), per scendere, successivamente, verso la bellissima ed elegantissima Villa di Centocelle. Trasferimento in auto a Ripabottoni. Pranzo al sacco. Cena in trattoria. Pernottamento in B&b.

Caratteristiche tecniche della tappa
Durata: 4/5 ore.
Lunghezza della tappa: 21.3 km.
Dislivello totale in salita: +523 metri.
Dislivello totale in discesa: -484 metri.
Livello di difficoltà: media.

Giorno 3: Da Ripabottoni a Castelbottaccio
Ci si inoltra nella Valle del Biferno, fino a giungere all’alveo del fiume. In seguito si risale sul versante opposto, fin quasi all’abitato di Castelbottaccio. Il tutto fra ambienti altamente naturali, spesso isolati, per lo più verdeggianti, costeggiando alcune aziende agricole. Trasferimento in auto dal Tratturo all’agriturismo e/o al paese. Pranzo al bar. Cena in agriturismo. Pernottamento in agriturismo o in affittacamere.

Caratteristiche tecniche della tappa
Durata: 4/5 ore
Lunghezza della tappa: 14.7 km
Dislivello totale in salita: +622 metri
Dislivello totale in discesa: -650 metri
Livello di difficoltà: media

Giorno 4: Da Castelbottaccio a Salcito

Trasferimento in auto dall’agriturismo e/o paese verso il Tratturo. Si sale verso Colle Marasca (924 metri s.l.m.), ove il Regio Tratturo è maestoso, con la sua ampiezza naturale di quasi cento metri di larghezza per tanti chilometri. Si scende nella desolata e selvaggia vallecola del torrente Rivo, ove si ammirano le notevoli morge di Pietra-Fenda, Pietralumanna e Pietra Martino, per risalire e poi ridiscendere verso Salcito. Trasferimento in auto dal Tratturo al luogo di riposo e, poi, a quello di cena. Pranzo al sacco. Cena in agriturismo, ove si visita la suggestiva morgia di Pietravalle. Pernottamento in B&b.

Caratteristiche tecniche della tappa
Durata: 4/5 ore
Lunghezza della tappa: 18 km
Dislivello totale in salita: +695 metri
Dislivello totale in discesa: -661 metri
Livello di difficoltà: media

Giorno 5: Da Salcito a Pietrabbondante

Trasferimento in auto dal luogo di riposo al Tratturo. Si scende nella valle del fiume Trigno, fra bei panorami sull’alto Molise, sull’Abruzzo meridionale e i paesi di Salcito e Bagnoli del Trigno. Prima di arrivare all’alveo del corso d’acqua, si costeggia la torre medievale di San Bartolomeo. Vicino al letto del Trigno si possono vedere i resti della Taverna di Sprondasino (XVI secolo). Successivamente si sale l’altro versante della valle, camminando a ridosso del Casino del Duca, elegante esempio architettonico della civiltà pastorale transumante, e fra diversi antichi fontanili in località “Case Frasso” e “Arco”. Trasferimento in auto dal Tratturo all’importante sito archeologico di Pietrabbondante, al paese per il riposo e al luogo di cena. Pranzo al sacco. Cena in ristorante. Pernottamento in B&b o in affittacamere.

Caratteristiche tecniche della tappa
Durata: 4/5 ore
Lunghezza della tappa: 13.5 km
Dislivello totale in salita: +696 metri
Dislivello totale in discesa: -514 metri
Livello di difficoltà: media-difficile

Giorno 6: Da Piano San Mauro a San Pietro Avellana

Trasferimento in auto da Pietrabbondante al Piano San Mauro. In questo tratto si costeggia la notevole riserva UNESCO di Collemeluccio. Riattraversato il fiume Trigno, si attraversa “Piano San Mauro” e si sale fino a “Colle Riposi” (1098 metri s.l.m.). Notevole è il panorama verso le Mainarde, il paese di Carovilli e il resto del Molise pentro. Successivamente, si costeggia prima “Colle Taverna” (1009 metri s.l.m.) e poi “Monte Pizzi” (1373 metri s.l.m.), suggestiva montagna con piccoli picchi rocciosi. Superata la frazione di Cerreto (Vastogirardi), ci si inoltra nel bosco di Monte di Mezzo, sede di un’altra riserva UNESCO. Impressionante è ciò che resta dell’esemplare detto “re Fajone” (faggio plurisecolare ormai non più in vita). Oltrepassata la riserva, si arriva alla fornace Santilli (esempio di archeologia industriale) e poi a San Pietro Avellana. Trasferimento in auto a Castel del Giudice. Picnic. Cena in ristorante. Pernottamento in albergo diffuso.

Caratteristiche tecniche della tappa
Durata: 4/5 ore
Lunghezza della tappa: 18.2 km
Dislivello totale in salita: +581 metri
Dislivello totale in discesa: -334 metri
Livello di difficoltà: media

Giorno 7: Da Castel del Giudice a Isernia

Tempo di saluti e rientro a casa. Dopo la colazione, trasferimento in auto da Castel del Giudice a Isernia per riprendere il treno o l’autobus.

La quota comprende:

  • Organizzazione del viaggio;
  • L’aperitivo di benvenuto, tutte le colazioni, i pranzi e le cene;
  • Tutti i pernottamenti in camere doppie (per le camere singole c’è un supplemento di 80 €);
  • Guida ambientale escursionistica h24;
  • Polizza assicurativa basic;
  • Trasporto bagagli e persone nei sette (7) giorni di permanenza in Molise;
  • Biglietti ingresso aree archeologiche e/o musei.

La quota non comprende:

  • Viaggio dalla propria residenza, con qualsiasi mezzo, verso il Molise e viceversa;
  • Eventuali tasse di soggiorno;
  • Extra e tutto ciò che non è descritto nella sezione “la quota comprende”.

Ulteriori informazioni:

Il tour è disponibile anche su richiesta. Contattaci per maggiori informazioni.

Minimo di partecipanti: 8 (l’organizzatore ha il diritto di cancellare il tour se non viene raggiunta la quota minima di partecipanti. In questo caso verrà effettuato il rimborso delle quote già versate).

Il preavviso necessario per la prenotazione è di 7 giorni.

Al momento della prenotazione siete pregati di indicare eventuali allergie o intolleranze, in modo da poter predisporre un menù adatto alle vostre esigenze.

Il programma potrà subire variazioni in funzione di eventuali esigenze tecniche e meteorologiche.