+39 0874 1862628 Mon-Fri 9-13/15-18 (GTM +1)        
Tour ciaspolata: escursione invernale nella natura, Molise - Il trekking delle Mainarde

Il trekking delle Mainarde con le ciaspole – Parco nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise

0
Prezzo
A partire da€865
Prezzo
A partire da€865
Prenotazione
Contattaci
Nome completo*
Indirizzo email*
La tua richiesta*
28 Dicembre 2019
Disponibile
Per favore riempi tutti i campi per passare al prossimo step.

Prenota

Salva nella lista dei desideri

Adding item to wishlist requires an account

566
6 giorni / 5 notti
Disponibile: Dal 28 dicembre al 2 gennaio
Pizzone (IS)
San Vincenzo al Volturno (IS)
Max Persone : 13

Il tour dà la possibilità di vivere una vacanza dall’alto contenuto naturalistico, oltre che storico-culturale. Ospitati in un rifugio di montagna, ci si sposta per diverse ciaspolate su alcuni dei più bei sentieri del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Perché scegliere questo tour:

Quattro giorni di ciaspolate sulle Mainarde per conoscere il versante molisano del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Itinerario storico-culturale

Gli scavi archeologici del monastero benedettino di San Vincenzo al Volturno, il complesso monastico più importante in Europa nei secoli VIII-IX, con la bellissima cripta dell’abate Epifanio. Il suggestivo eremo di San Michele a Foce, incastonato in una parete rocciosa. I sentieri del Corpo Italiano di Liberazione, operante su queste montagne dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943.

La natura intatta e selvaggia

Le Mainarde fanno parte della zona molisana del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, fra i parchi più vecchi d’Italia. Una catena montuosa meravigliosa, dove è possibile incontrare diversi animali selvatici: dal cervo ai camosci; dal lupo all’orso bruno marsicano. Inoltre, è possibile attraversare lussureggianti boschi di faggio e ammirare notevoli panorami.

Il delizioso cibo e le ottime bevande

Il viaggio è arricchito dall’ottima cucina tradizionale del Molise e dalle sue eccellenti bevande. Prodotti tipici e piatti tradizionali, spesso fatti a mano e all’antica maniera, allietano le serate dei camminatori. Si gustano formaggi come il caciocavallo, il pecorino, la burrata, la manteca e altri; salumi come la soppressata, la ventricina, il capicollo, la ventresca arrotolata, ecc.; i tartufi bianchi e neri. Si possono bere il vino bianco Moscato e il vino rosso Tintilia.

Gli incontri significativi

Nei momenti di riposo, si incontrano persone significative, che si spendono per un Molise migliore, che lotta, resiste ed esiste. Il viaggio, inoltre, è contraddistinto da un clima intimo e familiare e dalla continua presenza della guida.

previous arrow
next arrow
Slider

Giorno 1: Pianoro le Forme (Pizzone)

Arrivo al Pianoro le Forme (Pizzone) e aperitivo di benvenuto. Sistemazione nelle camere e spiegazione del viaggio. Cena e pernottamento in rifugio di montagna.

Giorno 2: Ciaspolata/escursione dal Pianoro le Forme al Passo dei Monaci, attraverso la Valle Pagana

Situato in uno scenario naturale davvero notevole e isolato, il pianoro le Forme è un grande altopiano circondato da monti e boschi. Attraversatolo, si sale sul versante montuoso tramite il bel bosco di Val Pagana. Una volta usciti dalla foresta, la vista è veramente suggestiva, inglobando Monte la Meta (2232 metri s.l.m.), la Metuccia (2102 metri s.l.m.) e Monte a Mare (2160 metri s.l.m.). Arrivati sul Passo dei Monaci (1967 metri s.l.m.), il panorama diventa mozzafiato, aprendosi anche sul versante laziale e sul Monte Tartaro (2190 metri s.l.m.). Picnic. Cena e pernottamento in rifugio montano.

Caratteristiche tecniche della tappa
Durata: 4/5 ore.
Lunghezza della tappa: 11 km.
Dislivello totale in salita: +690 metri.
Dislivello totale in discesa: -690 metri.
Livello di difficoltà: media-difficile.

Giorno 3: Ciaspolata/escursione Pianoro le Forme-valico di Barrea

In lavorazione. Picnic. Cena e pernottamento in rifugio montano.

Caratteristiche tecniche della tappa
Durata: 4/5 ore.
Lunghezza della tappa: 16 km.
Dislivello totale in salita: +937 metri.
Dislivello totale in discesa: -918 metri.
Livello di difficoltà: media-difficile.

Giorno 4: Ciaspolata/escursione la Valle di Mezzo e l’eremo di San Michele a Foce

In lavorazione. Picnic. Cena e pernottamento in rifugio montano.

Caratteristiche tecniche della tappa
Durata: 4/5 ore.
Lunghezza della tappa: 15.5 km.
Dislivello totale in salita: +1006 metri.
Dislivello totale in discesa: -1006 metri.
Livello di difficoltà: media.

Giorno 5: Ciaspolata/escursione su Monte Marrone

Trasferimento in auto al monumento ai Caduti delle Regioni d’Italia. Escursione molto suggestiva fra memoria storica e natura superlativa. Il sentiero per Monte Marrone risale la Valle Viata, snodandosi in un bel bosco di faggi. Usciti dalla selva, si apre il piano la Ferruccia, sottoposto a Monte Marrone (1805 metri s.l.m.), Monte Ferruccia (2005 metri s.l.m.) e Monte Mare (2020 metri s.l.m.). Saliti sulla cima di Monte Marrone, la vista è veramente incantevole. L’escursione è arricchita dai racconti sulle battaglie del Corpo di Liberazione Italiano, che si sono svolte su queste montagne nel marzo del 1944, e dalla vita del pittore francese Charles Moulin, che visse in un capanno su queste montagne. Picnic. Trasferimento in auto al rifugio montano. Cena e pernottamento in rifugio montano.

Caratteristiche tecniche della tappa
Durata: 4/5 ore.
Lunghezza della tappa: 15 km.
Dislivello totale in salita: +1024 metri.
Dislivello totale in discesa: -1011 metri.
Livello di difficoltà: media-difficile.

Giorno 6: Giornata di relax a San Vincenzo al Volturno con visita dell’area archeologica e ripartenza per le proprie destinazioni.

La comunità monastica benedettina di San Vincenzo al Volturno è fra le più importanti testimonianze archeologiche del basso Medioevo. Il monastero rientra fra i più potenti d’Europa nei secoli VIII e IX. Ad oggi, San Vincenzo al Volturno è una vera perla del patrimonio artistico-archeologico d’Italia. Fra i vari ambienti visitabili dell’antico cenobio, da sottolineare è la cripta dell’abate Epifanio, con rari esempi di affreschi altomedievali. Un vero gioiello, da gustare lentamente.

LA QUOTA COMPRENDE:

___________________________

  • Organizzazione del viaggio;
  • L’aperitivo di benvenuto, tutte/i le colazioni, i pranzi e le cene;
  • Tutti i pernottamenti in camera doppia (nessun supplemento per la camera singola perché il rifugio non ne possiede);
  • Guida ambientale escursionistica;
  • Polizza assicurativa basic;
  • Trasporto bagagli e persone nei sei (6) giorni di permanenza in Molise;
  • Noleggio racchette da neve (ciaspole).

LA QUOTA NON COMPRENDE:

___________________________

  • Viaggio dalla propria residenza, con qualsiasi mezzo, verso il Molise e viceversa;
  • Eventuali tasse di soggiorno;
  • Extra e tutto ciò che non è descritto nella sezione “la quota comprende”.

ULTERIORI INFORMAZIONI:

___________________________

Lunghezza del viaggio: 57.5 km.
Dislivello totale in salita: +3657 metri.
Dislivello totale in discesa: -3625 metri.
Livello di difficoltà: media-difficile.
Tipologia del viaggio: montagna in ambiente innevato.

  • Il tour è disponibile anche su richiesta. Contattaci per maggiori informazioni.
  • Minimo di partecipanti: 8 (l’organizzatore ha il diritto di cancellare il tour se non viene raggiunta la quota minima di partecipanti. In questo caso verrà effettuato il rimborso delle quote già versate).
  • Il preavviso necessario per la prenotazione è di 7 giorni.
  • Al momento della prenotazione siete pregati di indicare eventuali allergie o intolleranze, in modo da poter predisporre un menù adatto alle vostre esigenze.

Il programma potrà subire variazioni in funzione di eventuali esigenze tecniche e meteorologiche.